Quali sono i tumori intraventricolari?

Sono delle lesioni eterogenee dal punto di vista istologico, che hanno come denominatore comune la localizzazione e la tendenza a crescere all’interno del sistema ventricolare.
-Papilloma: origina dalle cellule epiteliali dei plessi corioidei. Lesione benigna che nei bambini si localizza di solito nei ventricoli laterali, negli adulti nel quarto ventricolo ( 1% dei tumori cerebrali, 3% nei bambini). La forma maligna di questo tumore e’ il carcinoma del plesso.
-Ependimoma: circa la metà origina dalla parete del ventricolo mentre l’altra metà da resti embrionali di cellule ependimali ( 5% dei tumori cerebrali).
-Astrocitoma: relativamente frequente nell’infanzia.
-Cisti colloide del terzo ventricolo: lesione benigna, sferica, con capsula molle grigioverdastra e contenuto gelatinoso, localizzata dietro il fornice in prossimita’ dei forami di Monro ( circa l’8 % dei tumori cerebrali). Tipica lesione dell’età adulta (30-50 anni).

Quali sono i sintomi?

Sintomi di ipertensione endocranica, spesso dovuti all’idrocefalo, crisi epilettiche e deficit focali in relazione alla localizzazione.

Come sono diagnosticati?

La Risonanza Magnetica è l’esame d’elezione.

Come sono trattati?

La chirurgia è il trattamento di prima scelta. La rimozione elimina l'idrocefalo in circa la metà dei casi, negli altri è richiesta anche una derivazione liquorale. Queste lesioni, proprio per la loro localizzazione, possono essere biopsiate e anche asportate per via endoscopica. Un eventuale trattamento radiochemioterapico può essere indicato nelle forme maligne.
RMN preoperatoria: voluminoso tumore intraventricolare
RMN preoperatoria: voluminoso tumore intraventricolare
RMN postoperatoria: voluminoso tumore intraventricolare
RMN postoperatoria: voluminoso tumore intraventricolare

Qual è l'aspettativa di vita?

La prognosi varia in relazione all’istologia e alla radicalità chirurgica, comunque è eccellente nelle forme benigne.